Road to Belgrade: Christian Falocchi

A pochissimissimi giorni dall’inizio dei Campionati Europei Indoor di Belgrado abbiamo già visto molte foto del Team Italia già presente nella città e ci prepariamo a seguire le loro grandi imprese.
Lo stesso giorno che ho con piacere visto fra i convocati per la gara Serena (Serena Capponcelli, ndr), ho anche visto con stupore immenso un ragazzo nell’alto del 1997.

1997???
Primo pensiero: “Ma non sono ancora cadetti??
Nel panico comincio a fare un conto…1997…2007…2017….
Secondo pensiero: “Ah già, no. Eleonora sei vecchia. Fattene una ragione.

Quando mi sono ripresa dallo shock e ho fatto una breve rassegna di come sia passato così velocemente il tempo, ho guardato il nome e l’ho immediatamente contattato per saperne di più. Cioè, 1997.

Gli ho posto le mie solite domande, per vedere come potevano essere differenti le risposte fra lui e le due rappresentanti del genere femminile in età più matura (ci ho messo un bel pò per trovare un termine che non le facesse sembrare vecchie, perché giuro non era quella la mia intenzione) precedentemente intervistate. E con mia grande sorpresa ho trovato un ragazzo che, nonostante la giovane età e l’importanza della sua convocazione, si è dimostrato molto disponibile verso di me ed estremamente semplice nelle sue risposte.

Ce ne fossero.

Detto questo, ecco a voi Christian Falocchi.

Nome: Christian Falocchi
Società di appartenenza: Brixia atletica 2014
Residente in? Breno provincia di Brescia
Occupazione (non sportiva)? Studente (sono al quinto anno di liceo scientifico)

-Per quanto riguarda l’atletica:
Che ruolo ha e ha avuto l’atletica nella tua vita?
Pratico atletica fin da piccolo (prima media) ma a livello alto e in modo serio da un paio di anni.
Hai mai sognato di fare l’atleta professionista? Oppure hai sempre avuto un altro “lavoro dei sogni”? Che so, astronauta magari?
Mi piacerebbe fare l atleta professionista e migliorarmi a tal punto da poter ambire a partecipare ad un olimpiade.
Che specialità fai? Solo alto? O ti cimenti anche in altre specialità?
Faccio solo salto in alto in gara, in allenamento facciamo spesso anche velocità ostacoli e lungo, e forse all’ aperto farò anche una gara di lungo, ma mi concentro quasi esclusivamente sull’ alto
 
Dove ti alleni e con chi? Ti alleni da solo oppure in gruppo?
Mi alleno a Bergamo al campo coni con Orlando Motta e Pierangelo Maroni. Mi alleno in gruppo, ed é un gruppo composto praticamente solo da saltatori per lo più in alto.
In genere, quanto tempo riesci a dedicare agli allenamenti?
Solitamente mi alleno 5 volte a settimana per circa 2 ore e mezza massimo.
Hai degli obiettivi stabiliti per questa stagione?
L’obbiettivo della mia stagione indoor sono sicuramente i campionati europei, per le outdoor per ora punto agli Europei u23
 
-Raccontami qualcosa della gara di Ancona:
Come ti sei preparato alla gara? Qual è stato il momento più emozionante della gara?
Alla gara di Ancona mi ero preparato molto bene per tutto l inverno, il momento più emozionante é stato sicuramente quando ho fatto 2.25 facendo il minimo per gli Europei,cosa che fino a 1 mese prima mi sembrava impossibile.
E c’è stato un momento particolare che ti è rimasto impresso?
La cosa che mi é rimasta più impressa e mi ha fatto moltissimo piacere della gara é stato alla fine quando moltissimi amici e conoscenti sono venuti a farmi i complimenti
 
-E qualcosa per il futuro:
Pensi di proseguire con l’alto anche per i prossimi anni?
Proseguirò sicuramente per i prossimi anni seguendo il mio sogno olimpico (un po’ come tutti gli atleti ).
Cambierai o vorresti cambiare qualcosa nel tuo approccio agli allenamenti, alle gare o all’atletica in generale?
No non cambierei niente dei miei allenamenti per ora.
E ci credo, non cambierei niente nemmeno io! 🙂
In bocca al lupo anche a te, Christian!
Porta su su su in alto quella maglia azzurra!!!
 
Precedente Road To Belgrade: Serena Capponcelli Successivo Back from Belgrade: Simone Cairoli